Apriano (Veprinac)

Il miglior panorama sul Quarnero

Gite
Apriano (Veprinac)

Analogamente a Volosca, anche Apriano era un centro importante molto prima della nascita dell'Abbazia turistica. Fu costruito probabilmente sulle fondamenta di un castelliere preistorico, mentre la provenienza del nome solitamente viene messa in relazione con la pianta del pungitopo (in croato veprina) che qui cresce in grosse quantita. Nella storia della localita c'e un documento di particolare interesse: la Legge di Apriano risalente al 1507 che regolava le usanze e le norme del tempo.

Alla citta vecchia si accede attraverso la porta cittadina con tre aperture nell'ambito di quello che una volta era l'edificio comunale. Sulla destra, davanti alla porta, c'e la loggia cittadina, mentre a sinistra si trova la chiesetta di S. Anna con un'iscrizione del 1442 nella quale recentemente, durante dei lavori di ristrutturazione, sono stati scoperti i resti di affreschi interessanti che non sono stati ancora studiati dettagliatamente. A destra della porta cittadina c'e una collezione etnologica che presenta ai visitatori gli oggetti, gli attrezzi e i documenti di quella che un tempo era la vita della gente di questi luoghi.

La scalinata di pietra fino all'entrata del cortile della chiesa parrocchiale di S. Marco da dove sul davanti si gode una vista mozzafiato sul Quarnero e Abbazia, mentre alle spalle svetta il Monte Maggiore, il paesaggio della chiesa dove sembra che il tempo si sia fermato – questa e Apriano, una antica cittadina sovrastante la Riviera di Abbazia dove, a ogni passo, sentiamo lo spirito nostalgico dei tempi passati, proprio come recitano i versi del poeta locale, Josip Stanić – Apriano e "a due dita dal cielo"!